Ti trovi in:  Home  » News  » News  » Franco Iachini: «Ripartiamo dal Bonolis"

News

Franco Iachini: «Ripartiamo dal Bonolis"
Franco Iachini: «Ripartiamo dal Bonolis"

«Quando, tre mesi fa, parlavo dallo stadio “Bonolis” ai miei nuovi tifosi, dopo aver concluso l’acquisto della proprietà del Teramo e l’investimento nella gestione dell’impianto, mi rallegravo dell’euforia contagiosa che il popolo biancorosso mostrava nei confronti di quanto fatto fino a quel momento. Beh, l’emozione di quei giorni, l’adrenalina delle trattative, l’entusiasmo del cominciare a fare, sono davvero niente di fronte a quanto provo oggi, qui, nella nuova casa del Teramo calcio. Il calcio d’inizio di questa partita contro la Cavese è il primo vero passo del nostro grande progetto».
Il colpo di fulmine tra l’ingegnere Franco Iachini e il Teramo Calcio ha dato inizio a una progettazione dagli obiettivi ambiziosi.
«Alla base del mio investimento aziendale c’è la convinzione che questa città, la mia città, abbia potenzialità inespresse che meritano iniziative forti ed il calcio è forse la sintesi di questo: serve solo una scintilla per far partire la fiamma».
Stadio, società, settore giovanile, centro sportivo, tutti step di cosa? 

«Già in passato questa società è stata in grado di regalare sprazzi di grande gioia alla piazza, epoche d’oro in cui è mancata la fortuna per chiudere il cerchio. Io sono ottimista per natura e con una giusta dose di incoscienza: so però che i progetti devono avere solide basi per camminare. Mi hanno preso in giro per aver da subito pronunciato la seconda lettera dell’alfabeto per indicare la mia ambizione, ma tanto è: investire nel Teramo Calcio non può essere un passatempo ma un lavoro. Il lavoro di chi investe nello sport, dove la squadra non sia una cosa a se stante, ma sia anello della catena, dell’azienda calcio».
Per questo ha fortemente voluto rilevare prima la gestione dello stadio e poi acquisire la proprietà del club?
«Certo: per anni abbiamo vissuto una dicotomia tra la società e il suo campo, che ha costituito freno per volare più in alto, per ingranare in un sistema virtuoso che dia vitalità al progetto. C’è una squadra che gioca in campo, una che gioca negli uffici, per promuovere iniziative, far vivere un impianto che nella mia idea deve pullulare di attività, essere frequentato in ogni mese dell’anno».

L’invito è rivolto anche alle famiglie…
«Lo stadio per antonomasia è la casa degli sportivi, questo in particolare raccoglie l‘eredità di un Comunale che dal 1913 ha vissuto e respirato passione e storia del calcio: credo che per i giovani, dai più piccoli ai quelli più grandicelli, la frequentazione di questo posto, viverne la sacralità, sia esperienza di vita che segna la loro crescita e in questo passaggio, alla ricerca di cosa voler fare da grandi, imparando a giocare a pallone, è giusto che siano accompagnati anche dai famigliari. Il concetto di comunità, romantico se volete, è anche questo: una comunità che vive attorno alla sua squadra di calcio, anche al di fuori dello stesso».
Ha costruito due squadre, sul campo e fuori dal campo, senza andare troppo per il sottile, con prospetti di grande professionalità: per questo motivo ha anche affrontato qualche polemica: è già acqua passata?
«Ho affrontato questa esperienza portando dentro l’azienda calcio molto del mio background professionale e personale: un progetto che vuole essere ambizioso non è tale se in partenza si pone dei limiti. Il Teramo calcio, piaccia o non piaccia, deve essere patrimonio di tutta la provincia, deve puntare a diventare realtà condivisa nel Teramano, squadra di riferimento di chi ama il calcio e lo sport. Ecco perché non condivido chi resta ancora attaccato al campanile. Ho voluto circondarmi di validissimi professionisti, perché le loro idee e il loro contributo saranno decisivi per aiutarmi a centrare l’obiettivo di fare un grande Teramo. Forza Teramo!!».

counter
Ultime News
  • Ciao Gunther
    Ci ha lasciati prematuramente Gunther Mair, portiere dei ...
  • Tanti auguri a...Andrea Arrigoni
    Trentaduesimo compleanno per il centrocampista biancorosso ...
  • Depositata in Lega la documentazione per l'iscrizione al campionato 2020/21
    La S.S. Teramo Calcio Srl rende noto di aver formalizzato ...
  • Il Presidente Iachini: «Iscriverò la squadra al prossimo campionato di Serie C»
    In mattinata, presso la sala stampa dello stadio "Bonolis", ...
Calcio femminile
Calcio femminile
Young Media
Teramo Calcio 1913

S.S. Teramo Calcio S.r.l.
Via Irelli, 27
64100 Teramo

Tel. 0861/1991535
Fax 0861/1991552
Email: segreteria@teramocalcio.it

Official Sponsor
r115
Sponsor Tecnico
Legea
Partner
Frame
Ismedia
Soleia
Copyright © 2020 Teramo Calcio S.r.l. Tutti i diritti riservati - P.IVA: 01703900678
Condizioni e termini di utilizzo - Privacy - Dati societari - Note legali - Cookie Policy